ARRIVEDERCI ALL’11 GENNAIO

Posted on 23 dicembre 2009

0


Si, pausa vacanze. Auguro a tutti voi un Santo Natale pieno di gioia ma soprattutto della capacità di riconoscerla e di ringraziare per essa.

Intanto vi lascio con qualcosina di interessante da guardare/leggere/spulciare tra un pranzo e una sciatina. A lunedì 11!

Confindustria Campana ha indetto un sondaggio “Vota il tuo personaggio storico preferito“. Ha vinto Ferdinando II con il 40,3% dei voti. Un borbonico sussulto nelle Due Sicilie.

In un articolo de Il Foglio di non so quanto tempo fa e di cui non ricordo nemmeno l’autore avevo letto di un gruppo musicale che mi aveva incuriosito, i PGR, acronimo per indicare Per Grazia Ricevuta. Ammetto la mia totale e profonda ignoranza in fatto di note, ma il loro ultimo album, Ultime notizie di cronaca, ha proprio dei bei testi. Soprattutto questo e questo. E se volete saperne di più su Giovanni Lindo Ferretti, leader del gruppo, qui trovate una bella intervista.

Se andate sul blog Italians di Severgnini (si, lo confesso, sono una sua fan) qualcosa lo trovate per forza. Consiglio soprattutto un giretto in Embedded, cronaca dei giorni che ha passato a cercare Italiani interessanti nell’Istituto di tecnologia più famoso del mondo (nonostante si trovi in Massachusets).

Se per caso non vi siete ancora aggiornati e intorno alla Sacra Famiglia avete solo sudici pastori, angeli in sottana e degli ancora molto lontani Re Magi (si, ce n’è uno moretto, ma quelle corone, che diamine!), sappiate che oggi il vero presepe politically correct deve integrare anche i santi laici moderni. Nel caso che il vostro negoziante di fiducia le abbia già esaurite, potete tranquillamente trovare qui e qui le statuine di Barack e Michelle Obama: incredibilmente versatili, possono anche sostituire altri personaggi (Michelle Maria e Barack Gesù) oppure improvvisare un Yes You Can dal palco della Capanna.

Per ultimo, due video:

Roma, 1953. Anniversario della Polizia. Senza toccare polemiche/accuse/eroismi/tagli agli stipendi, siamo a Natale. Per una volta godiamoci solo lo spettacolo, e ammettiamolo: i nostri ragazzi ci sapevano proprio fare.

Mentre a Milano c’è il LED – Festival Internazionale  della Luce, negli USA c’è chi festeggia il Natale in maniera diciamo.. estrema. Ma soprattutto senza badare alla bolletta della luce. Guardate un pò questa casetta.

Photo credits: ara133photography
Posted in: 2009